anna katia dsessa dillo con un grazie sii felice
Felicità e creatività vanno allenate con la gratitudine. Anna Katia Di Sessa, nel suo libro "Dillo con un grazie e sii felice" racconta perché e come

Lo diciamo da sempre, la felicità va allenata, esattamente come la creatività. Quando abbiamo incontrato Anna Katia di Sessa, abbiamo subito intuito come fosse una “donna FelicitArt. Chi è Anna Katia? Ce lo ha raccontato lei in questa bella intervista.

“Sono una M.A.M.M.A. della gratitudine”

volo felice

FELICITART: Anna, ti presenti per chi non ti conosce?

ANNA KATIA DI SESSA: Mi chiamo Anna Katia Di Sessa e ho 42 anni. Da poco più di due anni, quando qualcuno mi chiede “Cosa fai nella vita?”, amo rispondere con una sola parola. Sono una M.A.M.M.A. della gratitudine. Ti starai chiedendo perché ho messo i puntini ad ogni lettera? Te lo dico subito. Mentore. Autrice. Madre. Messaggera. Allenatrice.

F: Come ti è venuta l’idea di scrivere un libro sulla gratitudine?

A.K.: Si è trattato di un punto di arrivo di un cammino di crescita personale. All’inizio avevo pensato di scrivere un ebook che racchiudesse gli esercizi di gratitudine che io stessa avevo messo in pratica. Ero giunta alla consapevolezza di quanto fosse importante coltivare la gratitudine come una vera e propria arte perché tutti i mentori da cui studiavo, alla fine del percorso, la citavano come ingrediente da tenere in considerazione per il proprio sviluppo personale e professionale.

Lo ammetto con grande onestà, partivo da un punto in cui avevo completamente dimenticato il valore della gratitudine. E dico “dimenticato” perché credo che ognuno di noi nasca con quelli che io chiamo “semi di gratitudine”.

Ad un certo punto,  ho iniziato ad esercitarmi alla gratitudine, con le stesse tecniche che avevo imparato per la realizzazione degli obiettivi. La pubblicazione del libro è stata poi un vero e proprio “frutto”  della gratitudine e ho avuto la possibilità di essere inserita, come prima autrice, nella Collana di crescita personale curata da uno dei miei primi mentori Max Formisano, edita dalla Uno Editori.

“Dillo con un grazie e sii felice”

piacere delle piccole cose

Sono molto orgogliosa del libro “Dillo con un grazie e sii felice”, ancora oggi, dopo 3 anni dalla sua pubblicazione. Contiene un messaggio davvero importante e mi auguro che, attraverso di esso, sempre più persone possano “fidarsi del processo” e iniziare a coltivare la gratitudine, a partire dalle piccole cose.

Quando ho scritto il primo libro, proprio in tema di gratitudine, ne avevo studiato a lungo i benefici. Ma ancora non avevo idea di ciò che avrei scoperto successivamente, di quanto avrebbe inciso nella mia vita e, soprattutto, nella consapevolezza che avrei acquisito sul potere delle parole e dei pensieri.

F: Nel tuo libro, dici che la felicità va allenata… cosa intendi?

A.K.: “Dillo con un grazie e sii felice” è un libro creativo, essenziale e pratico. infatti, è stato scritto seguendo lo stesso principio alla base del “Metodo 3T (Twenty-one Times Thanks, “21 giorni per imparare a coltivare l’arte della gratitudine ed essere felici”). 

Questa è la formula per allenarsi alla felicità mentre si impara ad essere grati per ciò che si è, ciò che si fa e ciò che si ha, accrescendo la propria consapevolezza. la soluzione a due grandi categorie di problemi attuali: 1) una vita piena di insoddisfazione e di stress, 2) la tendenza alla lamentela e all’infelicità.

felicita leggera

Il metodo punta a creare un “allenamento mentale” alla gratitudine ed alla semplicità, su cui porre le basi  per la propria felicità, anche in modo creativo.  Questo allenamento consiste nel riconoscere in ogni momento il valore di ciò che la vita ci offre.  Se iniziamo a riconoscere il valore di ciò che siamo, ciò che facciamo e ciò che abbiamo, abbiamo la grande possibilità di sentirci ricchi e fortunati.  E’ stato dimostrato che le persone riconoscenti riportano  livelli più elevati di emozioni positive,  soddisfazione di vita, vitalità, ottimismo  e più bassi livelli di stress.
Per essere felici è essenziale imparare a riconoscere il valore delle cose e delle persone,  a partire dalle circostanze più semplici.

F: Quindi, hai sperimentato e inventato un metodo per imparare ad allenare la felicità?

A.K.: Sì, come dicevo , ho descritto il metodo 3T nel libro “Dillo con un grazie e sii felice” , che è un vero e proprio sistema. Il metodo 3T  applica la capacità del cervello di sviluppare una nuova “abitudine” in circa 21 giorni (naturalmente questo è un dato descritto dalle neuroscienze ed è indicativo perché poi dipende dal punto di partenza di ognuno). Si parte dalla focalizzazione della gratitudine, iniziando da un motivo semplice  per cui esprimere il proprio grazie. Si inizia quindi un cammino che conduce a coltivare stati mentali positivi e, di conseguenza, aiuta a costruire fondamenta solide per la felicità.

“Non è la felicità a renderci grati, ma la gratitudine a renderci felici”

Albert Clarke

Il potere della gratitudine

thank you

Il potere della gratitudine è stato diffuso ed applicato nelle grandi religioni e nelle filosofie sia orientali che occidentali, studiato nel campo della psicologia. Alcuni psicologi americani, attraverso una serie di studi condotti sui “gruppi gratitudine”, hanno osservato il legame esistente tra la gratitudine e una serie di emozioni positive, come la soddisfazione, la felicità, l’orgoglio e la speranza, affermando come possa comportare un  conseguente miglioramento della salute e del benessere generale.

Anche gli studiosi della legge dell’Attrazione affermano che quando pensi qualcosa, quando senti qualcosa, eserciti una attrazione. Quindi concentrandoci su ciò che ci fa stare bene, percependo davvero il senso della gratitudine, eserciteremo una attrazione nella nostra vita di cose simili e quindi vivremo nell’abbondanza.

“Dillo con un grazie e sii felice” è un sistema facile che, grazie a “La mappa del ringraziamento” e al “Diario della gratitudine”, guida il lettore alla creazione dei propri strumenti di gratitudine per vivere una vita nella consapevolezza di se stessi.

La mia missione è condurre la persona che è in un cammino di crescita ad imparare ( o approfondire), a rispondere alla domanda “Perché sono grato/a alla vita oggi?” fino ad arrivare ad “Essere grato/a e felice”. Ottenendo  risultati eccezionali, come una profonda consapevolezza di se, armonia e gioia nelle relazioni personali e professionali, una grande felicità. Naturalmente occorre “allenarsi”, come in ogni attività della vita.

F: In un passaggio del tuo libro, inviti il lettore a “darsi il permesso di essere felice”. Cosa vuol dire?

In effetti è il titolo  di uno degli ultimi paragrafi.E intendo proprio diventare consapevoli del fatto che, nonostante le circostanze che abbiamo vissuto nella vita, uno dei segreti per essere felici sta proprio nel “darsi il permesso” ed agire di conseguenza. 

F: Dici che ci vogliono 21 giorni per smontare una rete neuronale e costruirne una nuova, vale in tutti i campi? Per esempio, come possiamo utilizzare i tuoi consigli per sviluppare la creatività e combattere per la realizzazione di un sogno nel cassetto?

anna katia dsessa dillo con un grazie sii felice

Come accennavo, sono le neuroscienze che studiano il comportamento del nostro cervello. Anche se ci sono studi che affermano che occorrano 90 giorni o anche di più per smontare una rete neuronale e costruirne una nuova. Per quelli che sono stati i miei studi e le mie sperimentazioni, non solo personali ma anche delle persone che hanno applicato il metodo 3T, posso affermare che 21 giorni sono già una ottima base.

Inoltre la creatività è stata protagonista nella creazione della “mappa della gratitudine o del ringraziamento”. Infatti, prendendo spunto dagli studi delle mappe concettuali, ho coltivato la gratitudine anche attraverso i colori e i disegni sulla mappa.E’ stato come risvegliare anche quella parte del mio cervello che era stata un po’ assopita da altro genere di studio e di attività.

Qualche mese fa ho terminato l’applicazione del Metodo 3T al disegno. Ho disegnato anche piccole cose, anche il contorno delle mie mani che erano la prima cosa che mi capitava di fronte agli occhi. Poi sono passata a dipingere quelle che chiamo “le pietre della gratitudine”, anche insieme alla mia bambina piccola. E finalmente sono giunta anche alle tele.

Coltivare la creatività con la gratitudine nel cuore è una esperienza stupenda. Mi sento di affermare che ci permette di accedere a delle risorse interiori che magari neanche immaginiamo per poi applicarle anche ai nostri sogni.

grazie

Troppo spesso i sogni restano nei cassetti solo per paura, solo perché non ci mettiamo in discussione e ci facciamo andare bene le cose un po’ per abitudine e un po’ perché “non ci diamo il permesso di essere felici”. E in questo non c’è una regola. Ognuno ha i propri sogni, ognuno ha i propri cassetti. Sta a noi, partendo dalla gratitudine di ciò che siamo, ciò che abbiamo e ciò che facciamo, decidere di svolgere le azioni che poi ci condurranno alla loro realizzazione concreta.

Se è una cosa che sentiamo possa renderci felici.Non importa l’età, non importa ciò che abbiamo vissuto fino ad oggi. L’anima non ha età. Ad esempio, per me scrivere  e pubblicare un libro era un sogno. E’ diventato realtà solo quando mi sono impegnata con costanza e creatività che  da sogno è diventato un obiettivo realizzato.

Altro esempio che rientra nel mio percorso. Sognavo di praticare una attività sportiva da tempo perché da bambina non avevo potuto farlo per tante ragioni. Bene, ho scelto e mi sono impegnata, prima nelle arti marziali, addirittura partecipando ad un campionato nazionale. Poi ho realizzato il sogno di correre e varcare un arco di arrivo addirittura della mezzamaratona (oltre 21 km). Il sogno più bello e più creativo della mia vita è naturalmente la mia bambina. Correre con lei è stato un altro sogno realizzato

anna katia dsessa scrittrice sorridente

Sogna, scegli, supera e sorridi!

Il metodo 3T, che parte dalla gratitudine per allenare nel vero senso della parola, trova poi concretezza nel protocollo 4S SognaScegli – Supera – Sorridi.Ecco perché ho creato, da un mese circa, una vera e propria palestra della gratitudine, che è un percorso di crescita personale on-line.

F: Per noi FelicitArt è un luogo virtuale, mentale ma anche fisico in cui l’arte e i talenti sono un’arma e i sogni possono diventare realtà. Un consiglio per tutti coloro che sono diretti verso la FelicitArt?

Credo di aver risposto in parte nella domanda precedente.L’unico consiglio che sento di aggiungere è questo: inizia. Inizia da un passo, inizia da un punto e prosegui seguendo il tuo cuore.

F: Dove si può acquistare il tuo libro?

Sia il primo libro “Dillo con un grazie e sii felice”, che il secondo libro “IL METODO 3T Scopri l’arte della GRATITUDINE attraverso il potere delle 21 parole”, si trovano facilmente nelle librerie online

Per chi volesse approfondire il Metodo 3T, trova pubblicati anche due video-corsi sulla piattaforma CORSI.IT. Inoltre ho reso disponibile il mio nuovo ebook “ Il magico potere della parola grazie”, compreso nel KIT DELLA GRATITUDINE, scaricabile gratuitamente direttamente dal mio sito“.


Per conoscere Anna Katia Di Sessa più da vicino, potete visitare il suo sito Internet al seguente link: http://www.annakatiadisessa.it/