Come realizzare i tuoi sogni
C'è qualcosa che puoi fare per realizzare i tuoi sogni? Ecco 4 idee, 1 esercizio e 1 sorpresa per trasformare il tuo sogno in obiettivo

Realizzare i tuoi sogni

C’è qualcosa che puoi fare per realizzare i tuoi sogni? Certo, lavorare sodo. Se sogni di diventare astronauta, non aspetti sul divano che questo avvenga un giorno… giusto?

Ecco perché oggi, in occasione della Giornata Mondiale dei Sogni che si è celebrata il 25 settembre, voglio provare a darti un infuso di motivazione, ti parlo di come realizzare i tuoi sogni e di un esercizio, semplice ma utilissimo.

Ma soprattutto, se leggi fino alla fine, troverai una piccola sorpresa.

I sogni sono motori di cambiamento

Il 25 settembre è stato il World Dream Day, la Giornata Mondiale dei Sogni, l’unica al mondo con il preciso scopo di incoraggiare sogni, idee e obiettivi.

Perché è importante? Perché i sogni sono il primo motore della creatività e dell’evoluzione: chi sogna cambia il mondo immaginando un futuro migliore, per sé stesso e per tutti.

Chi più chi meno, chi in grande chi in “formato ridotto” siamo tutti sognatori (chi, per esempio, non sogna di vincere al superenalotto?)

Ma se parliamo di sogni nel cassetto, qualcosa che desideri ardentemente e che ti tiene sveglio la notte, questa è la giornata perfetta affinché tu prenda realmente consapevolezza di quello che vuoi e che meriti.

Perché la consapevolezza e la focalizzazione degli obiettivi, sono i primi fondamentali passi per la loro realizzazione.

Ricorda: sognare è fondamentale, è il fuoco che arde nel pallone della mongolfiera affinché possa volare. Ma sognare non basta. E’ qui, dal sogno, che inizia il duro lavoro.

Sognare è fondamentale. Ma non basta

I sogni sono motori di cambiamento

La Giornata Mondiale dei Sogni

La Giornata Mondiale dei Sogni è nata nel 2012 alla Colombia University grazie a Ozioma Egwuonwu, autrice, scrittrice, insegnante, oratrice e coach, nata in Nigeria e cresciuta a New York.

Dieci anni fa le venne l’idea di lanciare questa giornata, lei disse “per guarire e ispirare l’umanità“.

La Giornata Mondiale dei sogni, infatti, ispira, autorizza e stimola persone, famiglie, aziende di tutto il mondo a sollevarsi, dichiarare nuove possibilità, prendere consapevolezza di quello che desiderano e meritano davvero.

Non è una cosa da poco, perché senza tutti i più grandi sognatori non avremo quello che abbiamo oggi, non avremmo ottenuto cambiamenti né progresso: Einstein ha trasformato il modo di vedere la fisica, Gandhi sognava un mondo senza violenza e ha combattuto per l’India che desiderava, Martin Luther King sognava di vivere in una nazione dove i suoi figli non fossero giudicati dal colore della loro pelle e ha combattuto per un mondo in cui gli uomini fossero uguali. E come sarebbe tato il nostro mondo senza Steve Jobs, Madonna, Coco Channel o i fratelli Montgolfier?

Insomma, sognare è senza dubbio il seme del cambiamento.

giornata mondiale dei sogni

Avere un sogno

Sognare è importante, ma avere un sogno non basta.

Avere un sogno richiede dedizione e sacrificio. Richiede lavoro, impegno, coraggio, errori da digerire e momenti di sconforto da superare.

E prima di tutto, sognare richiede una cosa fondamentale: CONSAPEVOLEZZA!

Visualizzare il proprio sogno è il primo passo per renderlo chiaro, per rendere evidente a te stesso che ti stai concentrando su di lui. La prima cosa da fare, è dire a te stesso qual è il tuo sogno e rassicurarlo di credere fermamente in lui.

Ecco quindi che un piccolo esercizio per realizzare i tuoi sogni è quello che ti serve (leggi fino alla fine, c’è una sorpresa per te).

Io credo nelle fate

Se avete visto “Peter Pan” di J.M. Barrie avete molto chiaro quanto sia fondamentale credere nelle fate per garantire la loro sopravvivenza.

Peter, per salvare Trilli, chiede a tutti i bambini che stanno sognando di battere forte le mani per dimostrare di credere fermamente nelle fate. Perché se, in qualunque parte del mondo, qualcuno afferma di non credere nelle fate, una fata muore.

“I do believe in fairies, I do, I do!”

E’ una favola? Certo. Ma come in tutte le favole, i messaggi per tutti, adulti soprattutto, sono fondamentali. Se credi in una cosa devi dirlo. Visualizzare ciò in cui credi, è fondamentale per tenere in vita la fiamma. Dillo anche tu:

Io credo nelle fate, lo giuro, ci credo! (tradotto: io credo nei miei sogni, credo in me stesso)

live your dream

Storia di una piuma tatuata sul cuore

Uno dei miei più grandi sogni è sempre stato quello di fare la scrittrice. Raccontare storie e pubblicarle.

Volevo tatuarmi una piuma e un calamaio e decisi: il giorno in cui pubblicherò un libro, mi tatuerò una piuma sul cuore.

Quel giorno, però, non arrivava. Ad un certo punto pensai: sai cosa, mi tatuo la piuma sul cuore perché è il sogno che devo celebrare, per dargli forza, affinché diventi realtà.

Mi sono tatuata la piuma nel 2017. Nel 2018 è uscito il mio primo romanzo “L’amore sublime“, nel gennaio 2022 io e Gabriele abbiamo pubblicato il romanzo “La Spirale del Tempo” con la casa editrice Rizzoli, un fantasy per ragazzi dedicato, appunto, ai sognatori di tutto il mondo.

Cos’è cambiato? La prospettiva. Tatuando la piuma, è come se avessi dato forza al mio sogno, dichiarandolo al mondo. E dandogli forza ne ho data anche a me. Con un apparentemente semplice tatuaggio è cambiata la forza in cui ci ho creduto e la determinazione con cui ho combattuto per il mio sogno.

Non è stato facile. Prima dei sì, ci sono stati tantissimi no. Le delusioni fanno male e colpiscono ardentemente, minando la fiducia.

Ma chi sogna sa anche che non può farne a meno. E continua a sognare.

Per questo celebrare i sogni significa celebrare chi, di fronte a un momento di smarrimento e sconforto, pensa di mollare tutto ma non lo fa mai. Perché non smette mai di crederci.

Ed è per questo che l’esercizio che ti propongo è semplicissimo, ma la sua forza ti stupirà.

Storia di una piuma tatuata sul cuore

Piccolo esercizio per realizzare i tuoi sogni

Ora lo sai, il primo passo è celebrare i sogni. Dirli a grande voce. Dar loro voce.

Ecco quindi un piccolo esercizio per realizzare i tuoi sogni, il primo passo, il punto di partenza, per iniziare a fare sul serio.

Dillo forte e realizza i tuoi sogni

Alzati.

Qualsiasi giorno sia, oggi è il giorno giusto.

Vai allo specchio, guarda diritto nei tuoi occhi. Respira.

Focalizza il tuo sogno. Lo vedi? Ci credi davvero? Ci credi abbastanza?

Ora dillo a te stesso: “Ciao, sono xxxx, piacere”.

Racconta allo specchio chi sei e cosa vuoi. Ora che l’hai detto a gran voce, che le tue orecchie hanno sentito, lavorerai sodo affinché quel desiderio si avveri. L’hai promesso a te stesso. E le promesse si mantengono.

Cosa? Vuoi sapere cosa succederà se fallirai? Nulla, ci riproverai. Perché, forse non ci credi, ma può anche succedere che il tuo sogno diventi realtà. Proprio così!

Oggi (non domani, ma oggi), è il giorno perfetto per tirare fuori il tuo sogno dal cassetto e unirti ai sognatori di tutto il mondo.

Dillo forte, sogna in grande!

Trasforma il tuo sogno in un obiettivo

Se sei arrivato fin qui, abbiamo una sorpresa per te.

Ora che sai che per realizzare un sogno bisogna visualizzarlo e focalizzarlo, è evidente che le tue forze devono essere concentrate su di esso. In altre parole, il tuo sogno deve trasformarsi in un obiettivo.

Napoleon Hills, scrittore e saggista, uno dei primi produttori del genere letterario del successo personale scrisse: “Un obiettivo è un sogno con una data di scadenza“.

Ecco, abbiamo preparato una sorpresa: un prontuario della FelicitArt per trasformare il tuo sogno in un obiettivo.

Come ottenerlo? Iscriviti alla nostra newsletter e potrai ricevere il pdf gratuitamente. Che aspetti? Sali a bordo della mongolfiera di FelicitArt.

Sali a bordo di Felicitart

Resta aggiornato e ricevi le ultime pillole creative

Iscriviti alla nostra newsletter